A Vibo Valentia si gareggia e si apprende

A Vibo Valentia si gareggia e si apprende

Non solo agonismo, ma anche approfondimenti teorici di elevato spessore. Il gemellaggio tra Calabria e Sardegna, nell’ambito dei comitati regionali FIN, sfocia in una tre giorni ricca di spunti, utili sia ai giovani nuotatori, ma soprattutto ai loro tecnici. Questa mattina è partita alla volta di Vibo Valentia la rappresentativa sarda juniores che fino a domenica pomeriggio sarà impegnata in una tipologia di meeting, mai concepita in passato.

E tra una sfida e l’altra ci sarà anche lo spazio d’approfondimento grazie al seminario dal titolo “Dalla competenza motoria alla gestione del talento sportivo”. I nomi dei relatori sono di prim’ordine: Roberto Del Bianco, Consigliere Nazionale FIN e Responsabile del S.I.T. (Settore Istruzione Tecnica) e Cesare Butini, Direttore Tecnico della Nazionale Italiana Nuoto. I lavori saranno divisi in due momenti. Per la parte teorica, l’appuntamento è all’hotel 51 di Vibo, mentre l’attività pratica verrà svolta nella piscina comunale e in quella circostanza sarà utile capire qual è lo stato di forma sia dei nostri atleti, sia dei loro colleghi calabresi.

Il presidente FIN Calabria Alfredo Porcaro

Il presidente del comitato FIN ospitante, Alfredo Porcaro, non è nuovo a queste chicche, organizzate costantemente per tutto il quadriennio olimpico. “E’ una iniziativa condivisa con l’amico Presidente della FIN Sardegna Danilo Russu – conferma – perché ci siamo resi conto che i nostri ragazzi hanno bisogno di confrontarsi costantemente con altre realtà e altre culture, conoscere tradizioni e metodologie diverse dai propri standard, in un’ottica di confronto e di crescita. L’obiettivo è di stimolare gli atleti a fare sempre meglio. Lo sport è tanto sacrificio e richiede costanza e passione. Il tutto è stato organizzato seguendo le linee guida impartite dal presidente federale Paolo Barelli e dal consigliere nazionale Roberto Del Bianco”.

Sulla sponda sarda la sinergia è stata caldeggiata con entusiasmo.

“Le ottime relazioni instaurate con il comitato calabro, che ringrazio sentitamente per l’ospitalità – rimarca il presidente FIN Sardegna Danilo Russu – sono sfociate in questo appuntamento che arricchirà il bagaglio tecnico e umano dei nostri protagonisti. Senza dimenticare che se un movimento funziona lo si deve anche ai nostri tecnici a cui devono essere garantite costanti possibilità formative. E infatti anche a giugno Cesare Butini avrà nuovamente a che fare con noi in Sardegna. Mi sento in perfetta sintonia con il presidente nazionale Paolo Barelli a cui vanno riconosciuti gli sforzi intrapresi per valorizzare i settori giovanili di tutte le regioni. E poi non posso che complimentarmi con Roberto Del Bianco per il lavoro svolto, a mio avviso essenziale per una completa evoluzione di tecnici e nuotatori”.

Il presidente FIN Sardegna Danilo Russu

Nuotatori del nord Sardegna (in partenza dall’aeroporto di Alghero) e i loro colleghi provenienti dal sud (volati da Elmas) si sono ritrovati questa mattina a Fiumicino, coordinati dai tecnici Angela Locci (Frog) e Mauro Coni (Esperia). C’è un po’ di tristezza per la mancata partenza di Alice Maggioni (Green Alghero), bloccata dall’influenza.

Gli altri partecipanti sono: Enrico Angioni (Sport Full Time Sassari), Ludovico Bertelli (Promogest Quartu S. Elena), Samuele Congia, Kevin Pinna (Antares Iglesias), Leonardo Congiu (Sport Er Sassari), Sofia Dubois (Esperia Cagliari), Filippo Girau, Lorenzo Porcu (Rari Nantes Cagliari), Gianluca Russu (Olbia Nuoto), Francesca Zucca (Frog Cagliari).

La rappresentativa sarda a Fiumicino

17° GRAND PRIX CATEGORIA INDOOR 2020

PROGRAMMA GARE

1^ PARTE

8 Febbraio 2020

Ore 09,30

2^ PARTE

8 Febbraio 2020

Ore 15,30

3^PARTE

9 Febbraio 2020

Ore 09,30

4^PARTE

9 Febbraio 2020

Ore 15,30

50 dorso jun/cad/sen 50 stile libero 50 farfalla jun/cad/sen 50 rana jun/cad/sen
100 stile 200 fa 200 rana 200 dorso
200 misti 100 rana 100 dorso 200 stile
100 farfalla 400 stile 100 misti 400 mix
800 stile 1500 stile libero

A LU FANGAZZU SI RADDOPPIA CON LA 4^ PROVA DI QUALIFICAZIONE

Per i noti disagi nell’impianto cagliaritano di Terramaini, chiuso per le lesioni al tetto, causate dal forte vento, il comitato isolano ha deciso che la 4^ prova di qualificazione (8-9 febbraio 2020) si terrà comunque, ma a Sassari, presso l’impianto comunale di Lu Fangazzu. Lì era già prevista la 4^ prova riservata ai nuotatori tesserati con le società del nord Sardegna. “Abbiamo voluto assecondare a tutti i costi il calendario – asserisce il consigliere responsabile del settore nuoto Domenico Elia – per non creare ulteriori disagi. Siamo consapevoli che sei corsie (contro le otto di Terramaini) causeranno qualche imprevisto, ma davanti alle giuste decisioni del Comune di Cagliari non avevamo altre alternative immediate”.